NARCAO BLUES FESTIVAL

20 Luglio 2022

 

MOONLIGHT BENJAMIN

“Elettrizzante, meditativa e, talvolta, totalmente inquietante… come una Patti Smith caraibica”

The Guardian

Moonlight Benjamin torna con un’altra emozionante raccolta di imponente rock and roll ispirato dalla voodoo culture e dagli Arctic Monkeys. Facendo seguito al successo internazionale di SiIltane nel 2018, la cantante Haitiana Moonlight Benjamin presenta il suo nuovo album Simido. Riprendendo da dove era rimasta con il precedente album, la voce tuonante e ribelle di Moonlight riecheggia sostenuta dalle sensibilità rock e blues di Matthis Pascaud. 

Simido è il risultato di 2 anni di tournée intense, esibendosi sera dopo sera, condividendo musica durante i lunghi viaggi nel tour bus e unendosi intorno a un amore comune per gli Arctic Monkeys. Per quanto riguarda i testi, la serie gira intorno alle speranze e paure di Moonlight sulla popolazione haitiana che ha dovuto affrontare così tante sfide negli ultimi anni. 

Il coinvolgente mix di blues, pesante e carico di chitarre, che deve molto a gruppi come Black Keys e Alabama Shakes, combinato con la voce intensa e dominante di Moonlight, la porta alle luci della ribalta internazionale del 2017. Il successo del suo primo album è giunto quasi inaspettato e molti non avevano notato i tanti riferimenti alla musica tradizionale di Haitiana, anche se con un ascolto più attento era possibile sentire il groove e lo spirito che la riportava al suo cuore caraibico. 

Cantando esclusivamente in creolo, la sicurezza crescente di Moonlight ha dato alla sua capacità compositiva e ai suoi testi una maggiore libertà. 

Nel singolo Nap Chape, Moonlight continua a perseguire il suo obiettivo di denuncia della situazione in cui si trova la popolazione haitiana, affrontando nei suoi testi le problematiche sociali e l’inerzia della classe dirigente. Il brano che dà il titolo all’album – Simido – è un inno alla speranza di cambiamento che ogni haitiano può innescare, mentre Pasay è una preghiera agli angeli e agli spiriti perché aiutino gli haitiani a uscire dalla situazione in cui si trovano. L’album si chiude con Kafou, tributo alla musica haitiana e alla cultura voodoo. Kafou è uno degli spiriti principali del pantheon haitiano, maestro degli incroci.

Dopo l’uscita di Simido all’inizio del 2020, Moonlight Benjamin ha continuato a far conoscere il suo inebriante rock and roll intriso di Voodoo ad una platea di pubblico sempre più estesa.

www.moonlightbenjamin.com/

 

Line Up: 

Moonlight Benjamin: vocals

Matthis Pascaud: guitar

Matthieu Vial-Collet: guitar

Quentin Rochas: bass

Bertrand Noël: drums

Acquista subito i biglietti per le serate del festival!