Skip links

Andy J Forest Band


Poliedrico artista, armonicista, cantante, chitarrista, ma anche attore, testimonial pubblicitario, scrittore e anche pittore, Andy J Forest è sulle scene musicali dal 1977. Apprende le prime lezioni di armonica ancora ragazzo, influenzato da Sonny Terry, Walter Horton, Charlie Musselwhite e Rod Piazza, inizia a suonare nel circuito di New Orleans nei primi anni ‘70, esibendosi con James Booker, Earl King, John Mooney, Billy Gregory e altri musicisti locali dimostrando, sin dall’inizio, uno stile unico e personalissimo. Classe 1955, Andy non è solo un virtuoso dell’armonica; la stoffa del bluesman autentico emerge infatti nei dischi a suo nome disseminati nell’arco di un ventennio: da The list nel 1979 all’ultimo arrivato Word Shadows & Ghost Notes del 2015. suo ventesimo album, che oltre ad essere il primo da solista composto da ben 22 brani, esplora tutta la sua vita. “Penso che sia il miglior lavoro che abbia mai fatto, suonare la chitarra mi permette di scrivere i testi da differenti prospettive senza avere il pensiero di cosa il mio chitarrista suonerà”.  L’album si è già guadagnato due nomine ai Grammy Awards come “Album American Roots” e il brano “Bartender Friend” come “The Best American Song”. Una discografia che testimonia la crescita di questo musicista che alla formidabile tecnica strumentale unisce grandi capacita espressive e comunicative, ironia e un carattere esplosivo: doti che colte dal vivo rendono ogni suo concerto un evento da ricordare. Dopo il successo con Real Stories del 2006, con il quale vince il premio come “Best Blues CD 2007” al “the Best of the Beat” Award di New Orleans, arriva Notown Story: The Triumph of Turmoil (2010), definito uno dei suoi migliori progetti. Notown Story è un album dove Andy riesce a riprodurre al meglio le emozioni che si possono catturare solo in un concerto dal vivo. Nel 2012 arriva, Others Rooms nominato ai Best of the Beat Awards 2012 come “Best Blues Album”. Le sue esibizioni dal vivo gli danno l’opportunità di aprire i concerti per B.B. King, Albert King, Albert Collins, Canned Heat, Magic Slim, Robert Cray, Stevie Ray Vaughan, Buddy Guy & Jr. Wells, Clarence “Gatemouth” Brown,  The Blind Boys of Alabama, John Hammond, Johnny Winter e moltissimi altri Dopo aver vissuto in Europa per ben 10 anni ritorna a New Orleans nel 1991 dove si esibisce regolarmente. Nella sua carriera ha partecipato ai più   importanti festival quali Montreaux Jazz Festival nel 1989 dove si è esibisce in una jam con B.B. King,  al New Orleans Jazz and Heritage Festival  una dozzina di volte dal 1983, al King Biscuit Festival, Ottawa Blues Festival, Cognac Blues Passions e tantissimi altri ancora sia in America in Europa e in altri continenti. “On the road” da molti anni Andy è in grado di esibire in qualsiasi contesto, sicuramente capace di  coinvolgere anche il pubblico più difficile ed esigente, ogni suo concerto è una riprova della sua bravura.

Line-up:
Andy J Forest Harp, Frattoir, vocals
Heggy Vezzano Guitars
Luca TonaniBass
Pablo Leoni Drums, Percussions

Return to top of page